MY BACKGROUND – LE MIE RADICI

In senso wargamistico ovviamente! Le prime esperienze furono con figurini in plastica e l’attenzione per l’antico, poi il moderno, quindi con gli Airfix arrivò l’interesse per il Napoleonico. Dalle letture avide  cominciò ad emergere l’ammirazione per il ruolo di costante punto di riferimento che il Sacro Romano Impero ha avuto nel continente,  più universale delle miopie nazionalistiche Francesi ed Inglesi, più legato ad una positiva  tradizione, spesso più “illuminato” . La prima esperienza con i figurini di piombo è stata la costruzione dell’esercito comunale Forlivese che mi ha fatto conoscere,spulciando nella biblioteca di Forlì, il mondo dell’Oste Ghibellino in Romagna e figure di grandi condottieri come Guido di Montefeltro. Le letture, sempre quelle,  mi hanno fatto apprezzare, in seguito,  anche altri periodi storici, come il Rinascimento (il prediletto) ed il XVIII° secolo. All’inizio degli anni ottanta ritornai alla storia locale. Incuriosito dalla figura di Francesco Ordelaffi e dai bei figurini della Essex, ricominciai a frequentare assiduamente la biblioteca di Forlì. Di quegli anni ho ricordi bellissimi che mi danno rimpianti profondi. Mi tornano ancora in mente le figure dei bibliotecari che, conoscendomi di vista e sapendoi miei interessi, si affannavano nell’esaudire le mie richieste. Fra queste persone,  un antico signore, curvo, con pochi capelli, una pelle rosso bluastra, una salivazione abbondante e un tremore che lo tormentava, mi guardava con degli occhi che non posso dimenticare. C’era dentro soddisfazione, ammirazione, amore, ma anche trepidazione, aspettativa, voglia di riscatto. Vedo ancora la sua andatura strascicata e dondolante  ma sicura, fra sommessi bisbiglii e lo strusciare della carta, adesso, che non è più.  La spiegazione di quello sguardo, di quei modi, l’avevo trovata studiando. “Finalmente un giovane che si interessa della storia della città, dei personaggi, che renderà giustizia a Francesco Ordelaffi, liberando la sua figura dall’alone truce, sacrilego, da dissennato, con cui i cronisti cinquecenteschi o più tardi,  filoguelfi, l’avevano dipinto, ricorrendo a tante comode, quanto gratuite invenzioni! E il coraggio della sua moglie Cia degli Ubaldini, che donna ! Finalmente si parlerà con orgoglio della storia Forlivese! ”  Dicevano quegli occhi.  Al bibliotecario devo chiedere scusa, se può bastare, per quelle attese che io ho reso vane, nessuna pubblicazione, nessun intervento a qualsiasi livello. Come insufficiente risarcimento, queste righe e quelle che aggiungerò per descrivere l’unico frutto prodotto, un esercito di soldatini.

When I was young I started with plastic soldiers loving  Ancient period, Modern and after, with Airfix, Napoleonic. Reading books I felt admiration for the role of Holy Roman Empire, more universal than short sighted national interests of France and Britain, often more “Illuminist”. My first lead army was a Forlì Comunal Army. In comunal library I knew a lot of historical figures of Romagnol Ghibellines as the great commander Guido da Montefeltro.  After I liked Renaissance (the best) and XVIII° century. Around 1983, with the beautiful Essex figures, I returned in library searching about Francesco Ordelaffi. Among the kind librarians there was an old man with few hairs, red-bluish skin, an abundant secretion of saliva and persevering trembling, looking at me in an unforgettable way. In his eyes there were satisfaction, admiration, love, but also anxiety, hope, wish of revenge. I knew why studying. “Finally a young studiyng town’s history, he will says the true deeds of Francesco Ordelaffi and his brave wife Cia degli Ubaldini, finally someone will spread the proud story of Forlì.” That said these eyes. I must excuse myself to librarian, I haven’t written something. The only thing I producted is  a little soldiers army.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: